NOLEGGIO STRUMENTI MUSICALI 3478523001

INFO 3478523001

Corso di pianoforte

Ecco alcune parti salienti del programma:

La tecnica come padronanza dei movimenti, coordinazione del corpo e non fortificazione dei muscoli, corrispondenza tra gesti ed emozioni.
L’importanza di imparare ad “ascoltare” il proprio corpo: la tensione muscolare come causa di fatica, indolenzimento e cattiva qualità di suono.
Le due fonti di energia:
la forza di gravità.
I muscoli.
L’elenco delle componenti basilari e delle loro facoltà motorie: dita, mano, avambraccio, braccio e spalla.
La posizione corretta della mano sulla tastiera e l’attenzione rivolta soprattutto all’ultima falange del dito.
Come sedere correttamente: stabilità, mobilità, equilibrio.
I tocchi principali e i loro effetti sonori:
La caduta libera con le sue tre fasi:
Sollevamento.
Caduta.
Impatto.
Il tocco sciolto con le sue due fasi:
Preparazione.
Percussione.
Il legato con l’articolazione delle dita.
Lo staccato di:
Avambraccio.
Dito.
Polso.
Il non legato.
L’esecuzione di esercizi tecnici e facili brani nella forma della canzone sulle cinque note.
Il passaggio del pollice:
Scale.
Arpeggi.
La rotazione.
L’approfondimento delle nozioni di teoria musicale inerenti al lavoro tecnico sviluppato sulla tastiera.
L’effetto e l’utilizzo dei pedali:
Del piano.
Di risonanza.
Tonale.
La memorizzazione di un brano e le sue tecniche:
Memoria visiva.
Memoria acustica.
Memoria cinetica.
Memoria intellettuale.
I principali fattori espressivi:
I colori.
Il crescendo e il diminuendo.
Il ritardando e l’accelerando.
Il rubato e l’agogica.
La scelta della diteggiatura più corretta.
L’applicazione dei diversi concetti tecnici a:
Studi di diversa natura.
Facili brani di repertorio di difficoltà progressiva.